GD Dorigo Mansuè PIEVE

Serie D, 3a giornata: Virtus Mansuè – GD Dorigo Pieve 64-69

GD Dorigo Mansuè PIEVE
Campionato regionale Serie D

3a giornata

VIRTUS MANSUÈ – GD DORIGO PIEVE DI SOLIGO: 64-69

VIRTUS MANSUÈ: Bariviera 14, Verso 13, Barro 12, Ongaro 12, Turchetto (CAP) 6, Schiocchetto 3, Baratella 2, Redigolo 2, Momesso ne, Tadiotto ne, Vendramini ne.

Allenatore Battistella. Assistente: Baratella.
TL: 12/19. T3P: 8 (Bariviera 4, Ongaro 2, Barro 1, Schiocchetto 1). Fallo antisportivo a Barro.

GD DORIGO PIEVE: Bortolini Marco 18, Catalano Lorenzo 16, Prandini Elia 12, Utenti Luca 10, Casagrande Alberto (CAP) 7, Casagrande Massimo 6, Battistel Andrea, Balzano Pietro, Cesca Carlo, Finocchiaro Tommaso, Dorigo Lorenzo ne.

Allenatore Osellame. Assistente: Fiume.
TL: 8/14. T3P: 11 (Catalano 4, Bortolini 3, Casagrande Massimo 2, Casagrande Alberto 1, Prandini 1). Fallo Tecnico a Utenti. Uscito per 5 falli: Utenti.

PARZIALI: 25-21, 42-33; 56-44, 64-69.

Mansuè

Non c’è due senza tre ! Si, questo è quello che dice il famoso proverbio e sì, questo è quello che è successo ieri sera, ma a differenza delle due partite precedenti questa volta i nostri ragazzi hanno deciso di tenerci sulle spine fino alla fine. C’è chi lo definirebbe anche “finale al cardiopalma”, ma andiamo con ordine.

Vista l’assenza di capitan Mazzucco per un infortunio al naso, scendiamo in campo con Massimo Casagrande, Bortolini, Alberto Casagrande, Catalano e Utenti. Grazie al buon salto a due di Catalano facciamo nostro il primo possesso messo facilmente a segno da Utenti che apre positivamente questa partita seguito a ruota dalla prima tripla di Catalano. I padroni di casa però non hanno intenzione di farci allontanare troppo ed anzi con una buona difesa ci bloccano creando un primo parziale di 10 a 0 fino a quando Alberto Casagrande sblocca la nostra situazione ma solo per poco tempo perchè Mansuè controbatte al nostro canestro costringendo coach Osellame al primo time out sul punteggio di 16 a 8. Rientriamo in campo e subito, prima Prandini e poi Bortolini, mettono a segno il gioco dai 6.75m che ci porta a -2. Gli ultimi punti del quarto sono di Alberto Casagrande che si assume la responsabilità da buon vice capitano, assieme a Prandini, di chiudere questo primo periodo 25 a 21.

Dopo la prima pausa breve rientriamo in campo puntando al recupero con una buona difesa e numerosi contropiedi finalizzati da un Bortolini scatenato sia dall’area che da fuori, aiutato anche dalla seconda tripla di Catalano che costringe Mansuè al primo time out. Sospensione piuttosto efficace quella dei padroni di casa che subito mostrano chi comanda, tornando in vantaggio ed obbligando Pieve a chiedere un minuto, non troppo efficace, perché rimaniamo fermi, mentre i padroni di casa si allontanano sempre di più portandoci negli spogliatoi per la pausa lunga sul 42 a 33.

Al rientro dalla pausa lunga, come sempre fatichiamo in attacco ma per entrambe le squadre il canestro sembra quasi restringersi fino alla tripla di Massimo Casagrande che sblocca la situazione portando il coach di casa ad usare il suo primo time out molto efficace perché ci manda subito in black out. Anche questa volta ci pensa una tripla di Bortolini a risvegliarci seguito da altri 3 punti di Massimo Casagrande che ci fa chiudere il quarto ancora in svantaggio di 8 punti, 56 a 44.

L’inizio dell’ultimo quarto è “Catalano Show”: Lorenzo mette a segno due triple di seguito e manda tutti in panchina per una sospensione chiesta dal Mansuè. Ripartiamo e prima Prandini, poi Utenti e poi di nuovo Catalano controbattono al tentativo dei padroni di casa di allontanarsi troppo. La partita di fa sempre più nervosa e il nostro pivot Utenti viene presto sanzionato con un tecnico che manda in lunetta un Mansuè sfortunato che rimane fermo sul +6. Dopo il tecnico improduttivo, gli avversari impostano una dura difesa, rischiando troppo sui contatti e portando Bortolini in lunetta: dopo aver realizzato i due tiri liberi non si ferma e realizza prima un canestro dall’area e poi fornisce un buon assist a Utenti per il pareggio, 62 a 62. I padroni di casa non sanno più cosa fare per contrastarci e noi continuiamo a scappare prima con Catalano dall’area e poi con Bortolini e Prandini dalla lunetta che chiudono questo incontro 64 a 69.

Abbiamo vinto anche questa volta, ma è stata dura e come ha detto capitan Mazzucco, “È difficile anche stare in tribuna !”  L’importante comunque è essere riusciti finalmente ad espugnare anche questo ostico campo che finalmente non ci spaventa più. Detto ciò, testa a domenica 28 ottobre 2018, ore 18, nel nostro Palasport di Pieve di Soligo contro il Calore Riviera Fossò.
Forza ragazzi ! Forza Pieve !

Alessia Tomei