Under 20: ad Oderzo una sconfitta che brucia e lascia qualche perplessità …

Campionato Under 20
2a giornata

BASKET ODERZO – BASKET PIEVE 61–58

BASKET ODERZO: Zanchetta, Nichele 6, Tommasi, Gamma 7, Scotton 6, Castromero 5, Brodlic, Franzoni, Stefani 2, Barro 19, Corona 14, Dal Bo 2. Allenatore: Galazzo: Vice allenatore: Baratella.

BASKET PIEVE ‘94: Zoppas, Giometti 8, Spadetto, Ceppi, Finocchiaro Tommaso 9, Sech 7 , Dorigo Nicola, Dal Cin 7, Dorigo Lorenzo 15, Dalla Val 12. Allenatore: Mauro Seno. Vice allenatore: Alessandro Finocchiaro.

Arbitri: Carpanese e Cristofori.

Note: BASKET ODERZO: TL 7/19, T3 8/20 (Nichele 2, Gamma, Scotton, Castromero, Barro 3). BASKET PIEVE ’94: TL 5/15, T3 4/15 (Dal Cin, Dorigo Lorenzo 3). Uscito al 36’per 5 falli Finocchiaro. Espulso l’allenatore Seno al 24’ e il giocatore Dalla Val al 40’. Parziali: 13-11, 29-22; 50-43, 61-58.

Oderzo

Prima sconfitta stagionale dei nostri ragazzi Under 20 in casa dell’Oderzo: un risultato che brucia ancor di più perché se da una parte è ben vero che abbiamo giocato discretamente solo dopo l’intervallo, dall’altra alcune scelte arbitrali hanno lasciato qualche perplessità ai presenti.

Ma andiamo con ordine: partenza equilibrata nel primo quarto anche se stentiamo al tiro e chiudiamo il primo periodo sotto di due punti (13-11). Il secondo quarto ci vede ancora spaesati, poco precisi e lucidi sotto canestro e nei liberi, per cui a metà gara il divario si allarga (29-22), anche se la partita è ancora apertissima. Facciamo comunque fatica a penetrare nella loro difesa, abbiamo difficoltà nel catturare i rimbalzi e tiriamo male.

Ma il bello (si fa per dire) deve ancora succedere: al rientro dall’intervallo la partita si fa molto spigolosa, con troppi falli da parte di entrambe le formazioni e con gli arbitri che faticano a domare il gioco oltremodo duro, tant’è vero che il nostro coach si ritrova anzitempo negli spogliatoi per aver chiesto insistentemente maggiore controllo della gara, per evitare incidenti ai ragazzi.

Gli opitergini allungano fino al 49-37 al 28’ con una maggior precisione al tiro soprattutto dall’arco (alla fine saranno otto le triple) e con trame veloci di gioco, ma i nostri hanno una reazione d’orgoglio e riescono a rimanere in partita alla fine del terzo periodo chiuso sotto di sette punti (50-43). L’incontro rimane molto duro anche nell’ultima frazione, ma miglioriamo le percentuali al tiro e continuiamo a credere nella rimonta, anche se il campo sta diventando un’arena e capitan Finocchiaro deve uscire per cinque falli al 36’.

Nonostante tutto, riusciamo a riportarci in scia degli avversari (60-58) a poco più di un minuto dalla fine della gara: sembra quasi concretizzarsi l’insperata rimonta quando due scelte arbitrali ci penalizzano pesantemente, facendo piovere bordate di proteste dagli spalti. Chiudiamo così l’incontro sconfitti 61-58 e Dalla Val viene espulso a fine partita per un presunto comportamento “irriguardoso” nei confronti degli arbitri. 

Che dire: è successo di tutto durante l’incontro, gli arbitri (come qualche giocatore) probabilmente non erano in serata, ma la colpa è soprattutto nostra e la sconfitta ci insegna che bisogna essere sempre “in partita” dall’inizio alla fine, in ogni condizione ambientale anche e soprattutto nelle situazioni più difficili e complicate, perché nel basket la parola fine si mette al fischio della sirena. Ci conviene così archiviare velocemente la sconfitta e concentrarsi sul prossimo incontro che ci vedrà opposti al Basket Casale, che ha avuto un promettente avvio di torneo.

Livio Dal Cin