GD Dorigo Pieve Feltre 75 65

Cinque in doppia cifra: GD Dorigo sbanca Feltre (65-75) e riaggancia il terzo posto

GD Dorigo Pieve Feltre 75 65
Campionato Serie D

6a giornata di ritorno

JOINT & WELDING FELTRE – GD DORIGO PIEVE 65-75

Joint & Welding Feltre: Dalla Rosa Daniele 16, De Bona Marco 14, Novakovic Sasa 14, Durighello Luca (CAP) 8, Barp Alberto 6, Pavan Andrea 5, Fardin Marco 2, De Paoli Nicola, Cossalter Gabriele, Cassarà Alessio, Mattiello Carlo ne, Tonin Simone ne. Allenatore: Balzan Dino.
TL 12. T3P: 5 (Dalla Rosa 2, De Bonav1, Durighello 1, Pavan 1). Uscito per 5 falli: Novakovic. Fallo Antisportivo a Barp. Fallo Tecnico a De Bona e alla panchina.

GD Dorigo Pieve: Martignago Patrick 16, Bortolini Marco 11, Utenti Luca 11, Catalano Lorenzo 11, Terrin Francesco 10, Casagrande Alberto 9, Mazzucco Matia 6, Finocchiaro Tommaso 1, Giometti Riccardo, Pisani Fabrizio, Cesca Carlo, Feltrin Alberto. Allenatore: Seno. Vice allenatore: Finocchiaro Alessandro.
TL: 14. T3P: 9 (Martignago 4, Bortolini 2, Mazzucco 1, Casagrande 1, Catalano 1).

Parziali: 8-10, 23-32; 46-61, 65-75.

Feltre

E finalmente abbiamo rotto il … ghiaccio. Frase non poteva essere più adatta per descrivere la trasferta tra le mura della fredda Feltre, mai violate sinora. Ammesso che partivamo un po’ preoccupati, causa assenze di Fiore per lavoro e di Milan per infortunio in allenamento, elementi che nelle ultime partite sono stati decisivi, i ragazzi presenti si sono dati da fare in un campo che, viste le precedenti partite, rimane sempre uno dei più ostici.

La partita inizia lentamente, i primi canestri si fanno letteralmente desiderare e a metà primo quarto siamo appena al 4-4. Entrambe le squadre provano ripetutamente ad allungare, ma un ferro poco amichevole, soprattutto ai liberi per quanto ci riguarda, non rende la cosa facile. Poco prima della fine del quarto, dopo un time out proviamo a cambiare le cose mettendo in campo un quintetto alternativo e quasi tutto proveniente dalla panchina (Checco, Cata, Giometti, Fil e Big), ma la situazione non cambia e finiamo il primo quarto 10-8 per noi.

L’incontro riprende e il primo canestro arriva per i locali, dopo ben 2′ di gioco. Rispondiamo con due contropiedi di Cata e dopo altri palloni recuperati la partita dei locali si innervosisce e per proteste e vengono puniti con due tecnici nel giro di pochi minuti, tiri liberi che però noi non riusciamo a monetizzare (0/4). Da qui inizia un piccolo parziale che riusciamo a piazzare grazie, non si sa come, proprio a 4 tiri liberi di Checco e Borto e una tripla di Patrick che ci portano sul +10. Piccolo parziale che riusciamo a mantenere con un tap in di Cata su contropiede di Big e un 4 su 4 sempre del nostro #14 che chiude il primo tempo 23-32.

La pausa lunga sembra non aver raffreddato gli animi e torniamo in campo forse più carichi di prima. Riapriamo le danze con un canestro di Checco solo in area seguito da una serie di triple: Matia di tabella, Borto (tornato finalmente a canestro dopo due partite piuttosto difficili) e l’ennesima di Patrick ci portano sul +15. Verso fine quarto Feltre prova a fermare il nostro attacco piazzando una zona-press che inizialmente riusciamo a superare ma subito dopo ci mette non poco in difficoltà anche se riusciamo a mantenere il nostro vantaggio (fine ¾ 46-61).

La confusione in attacco continua anche nell’ultimo quarto: sono Borto e Patrick che con altre triple ci fanno svicolare dalla difesa feltrina che ci aveva bloccato per alcuni minuti. Il resto del quarto continua più o meno sulla stessa lunghezza d’onda lasciando anche spazio negli ultimi minuti al nostro under Tommaso che va anche a referto con un libero. L’incontro finisce 75-65.

Finalmente si sono rivisti il gioco e le triple che ci caratterizzano, dimostrando che quando riusciamo ad imporre il nostro gioco, non adattandoci a quello avversario, sappiamo farci davvero valere. Nella speranza di replicare nel turno infrasettimanale anch’esso in trasferta, e a vendicare la partita dell’andata, vi aspettiamo mercoledì 21 febbraio, alle ore 21, a Nervesa.

Alessia Tomei & Laura Da Ros