Nuovo protocollo FIP: il Settore Giovanile riprende gli allenamenti

Il Basket Pieve ’94 accoglie la possibilità offerta dalla Federazione Italiana Pallacanestro di riprendere l’attività per le squadre iscritte alle competizioni 3×3 e ai campionati regionali di interesse nazionale (escluso, al momento, il Minibasket).

La partecipazione agli allenamenti da lunedì 1° febbraio 2021 sarà subordinata da:
– pagamento quota d’iscrizione alle attività 2020/2021;
– certificato per la pratica sportiva agonistica in corso di validità;
– se un atleta ha contratto la malattia COVID-19 dovrà essere di nuovo sottoposto a visita medica per il rilascio del certificato per la pratica sportiva agonistica, anche se in possesso di certificato in corso di validità;
– compilazione e firma dell’autocertificazione settimanale sull’assenza di sintomi Covid-19;
– esito (negativo) di un “tampone rapido” iniziale che sarà pagato e organizzato nel palasport di Pieve di Soligo dal Basket Pieve ’94 il sabato 30 gennaio 2021 (nelle 72 ore precedenti alla ripresa) alla presenza di un medico e di un’infermiera professionale:
ore 13:30 nati nel 2009
ore 14:00 nati nel 2008
ore 15:30 nati nel 2007
ore 16:00 nati nel 2006
ore 17:00 nati nel 2005
ore 18:00 nati nel 2004
ore 19:30 nati nel 2003

Ogni partecipante agli allenamenti, inoltre, è invitato a scaricare sul proprio cellulare la app “Immuni”, come consigliato dalla FIP e dal Ministero della Sanità.

Il consiglio direttivo del Basket Pieve ’94, con grande senso di responsabilità e lealtà sportiva, nel massimo rispetto della salute dei partecipanti agli allenamenti e dei loro familiari, andando oltre le indicazione di base del protocollo FIP del 21/01/2021, intende eseguire il test del “tampone rapido” ogni 15 giorni , verosimilmente sabato 13 febbraio, sabato 27 febbraio, sabato 13 marzo, sabato 27 marzo, sabato 10 aprile e sabato 24 aprile 2021, sempre nel palasport di Pieve di Soligo.

Disposizioni per il palasport:
– vietato l’ingresso a familiari e/o accompagnatori;
– entrare e percorrere gli spazi comuni indossando la mascherina;
– igienizzazione delle mani all’ingresso;
– misurazione della temperatura corporea (inferiore a 37,5 °C);
– vietato l’utilizzo degli spogliatoi e delle docce (ci si cambia in tribuna, distanziati almeno 2 metri);
– utilizzo scarpe “dedicate” solo al palasport;
– disinfezione dei palloni e/o delle attrezzature sportive prima e dopo l’utilizzo;
– presenza massima sul campo di gioco di 16 atleti (+ altri 8 a bordo campo o in panchina, distanziati almeno 2 metri).

Se un componente del gruppo (atleta, allenatore o dirigente) dovesse presentare uno o più sintomi tra quelli evidenziati nell’autocertificazione Covid-19 settimanale, non potrà entrare in palasport, dovrà rientrare al proprio domicilio e contattare tempestivamente il proprio medico di base per gli accertamenti del caso. Gli altri componenti il gruppo continueranno nelle attività sportive previste, in attesa degli esiti degli accertamenti. Se gli accertamenti confermeranno la positività, gli altri componenti il gruppo dovranno eseguire un tampone antigenico. Se il tampone antigenico dovesse risultare positivo, dovrà essere effettuato un tampone molecolare. Se anche il tampone molecolare risultasse positivo, i “positivi” verranno isolati e seguiranno quanto previsto dalle autorità sanitarie, mentre i “negativi” continueranno nelle attività programmate.